Home / Novità e approfondimenti / Come migliorare l’intelligenza artificiale di un gioco di corse
intelligenza artificiale

Come migliorare l’intelligenza artificiale di un gioco di corse

Nel suo ultimo video, “EmptyBox” dà diversi consigli agli utenti su come migliorare l’intelligenza artificiale di un gioco di corse. A titolo di esempio, EmptyBox si è concentrato su rFactor 2 ma i consigli sono validi anche per altri titoli come Assetto Corsa, Raceroom, ecc.

Intelligenza artificiale, rendiamo più umana

Lo sviluppo di un comportamento artificiale in un gioco di corse è spesso sottovalutato. Le auto controllate dalla CPU dovrebbero emulare input umani e prendere decisioni tattiche basate sul comportamento dinamico degli avversari e con l’ambiente circostante. In sostanza, la macchina artificiale basa la sua traiettoria su un insieme predefinito di traiettorie e regole precise. Questo è abbastanza semplice, ma diventa molto più complesso quando l’intelligenza artificiale (IA) si avvicina ad un avversario o un ostacolo.

Le vetture controllate dal computer devono essere in grado di cambiare la loro traiettoria ideale a quella necessaria per tentare il sorpasso e devono cercare di superare l’avversario in una situazione molto dinamica. Pensate alla moltitudine di parametri necessari per ottenere questo. Devono rimanere in pista, guardare avanti, evitando le auto e gli ostacoli, cambiare traiettoria e infine superare una macchina in movimento su un tracciato modificabile. Tutto questo deve essere fatto in diversi scenari a diverse velocità, tenendo traccia degli altri piloti, compreso il giocatore imprevedibile. Tenendo tutto questo in mente, è facile capire che la creazione di una griglia realistica non è un compito facile, e dipende soprattutto dalla creatività e l’abilità del programmatore.

Ecco 4 suggerimenti su come migliorare l’intelligenza artificiale:

  1. Più auto in pista significa un comportamento più scadente. Cercate quindi di limitare il numero delle vetture.
  2. La IA ha sempre la tendenza a fallire alle basse velocità, soprattutto negli angoli molto stretti. Alcune piste mod in particolare, non mettono attenzione a fornire una buona qualità per le auto artificiali.
  3. Qualificarsi. Eseguire sempre una sessione di qualifica!
  4. Modificare le impostazioni. Ottimizzare le impostazioni è molto semplice, ma senza i semplici passaggi elencati sopra si è come un cane che si morde la coda. Se le auto vanno troppo veloci, abbassare la forza verso il basso, o viceversa. Ma attenzione, questo può portare a risultati imprevisti come ad esempio un incredibile velocità in rettilineo o ad una eccessiva abilità in fase di frenata.

About Dario

Dario De Vita, 26 anni, appassionato di simracing e tutto quello che riguarda il mondo dell’automobile in generale. Utilizzo i simulatori di guida fin dalla più tenera età, iniziando con GP4, passando per il primo rFactor per arrivare all’ultimo uscito Assetto Corsa, con il quale ogni anno partecipo ai più importanti campionati nazionali, anche internazionali, organizzati da portali esterni, ottenendo spesso dei buoni risultati. Sempre informato sulle ultime novità del mondo simracing. Scrivo articoli di approfondimento su diversi simulatori di guida cercando sempre di essere obbiettivo e mai di parte.

Check Also

Virtual Race Car Engineer 2018

La mia recensione sul Virtual Race Car Engineer 2018

Per un neofita del simracing, il setup è un argomento totalmente sconosciuto che molto spesso …