Home / Novità e approfondimenti / Come guadagnare tempo in una gara con pit obbbligatorio (Irregolarmente)
Come guadagnare tempo

Come guadagnare tempo in una gara con pit obbbligatorio (Irregolarmente)

Dopo avervi parlato del probabile consumo anomalo, sono qui per mostrarvi quello che è senza ombra di dubbio un bug gigantesco di iRacing. In questo articolo scoprirete infatti come guadagnare tempo in una gara con pitstop obbligatorio, irregolarmente purtroppo.

Come guadagnare tempo e vincere a tutti i costi

Partiamo dall’inizio: come ogni settimana, decido di farmi una o più gare ufficiali nella serie RUF GT3 Challenge, nella quale recentemente è stato introdotto il pitstop obbligatorio. Nell’ultima in cui ho partecipato è successo qualcosa di molto strano, ora ve lo racconto.

Iniziano le qualifiche, cerco di fare un giro pulito e ottengo la pole position. Dalla tabella dei risultati noto con piacere che i miei diretti avversari (quelli con iRating più alto del mio) non si sono qualificati e partono nelle retrovie. La gara inizia nei migliori dei modi, alla prima curva riesco a restare davanti a tutti e posso mantenere il mio passo gara senza essere disturbato da eventuali attacchi. Dopo quattro o cinque giri, dopo aver capito che i miei inseguitori non riuscivano ad avvicinarsi, decido di “alzare” il piede dall’acceleratore e di terminare la gara senza prendere rischi inutili.

Il carburante sta per finire ed è il momento di entrare ai box. Decido di entrare il più tardi possibile (mi erano rimasti circa 2 litri). Dopo aver fatto la sosta senza problemi, mi ritrovo in seconda posizione. Al comando c’era colui che è partito nelle ultime file. Non mi preoccupo più di tanto perchè so che a breve dovrà fermarsi anche lui obbligatoriamente per fare rifornimento, a quel punto poi tornerò al comando della gara. Passano giri, giri e giri ma quello davanti a me non si ferma. Mi chiedo “com’è possibile che non gli finisce la benzina!?”.

Completato un certo numero di giri capisco che qualcosa non va, soprattutto perchè il nuovo leader della corsa aveva una decina di secondi di vantaggio nel momento in cui sono uscito dai box. Non posso far altro che terminare la gara in seconda posizione senza sapere come quel tizio abbia recuperato cosi’ tanto tempo partendo dalle retrovie, dopotutto su un circuito come quello di Zandvoort dove è difficile sorpassare e dove se ti trovi in bagarre perdi molto tempo.

Al termine della gara, posiziono la telecamera sul tizio in questione e scopro con grande stupore che nel momento in cui i semafori si sono spenti, imbocca la corsia dei box e va ad effettuare la sosta insieme ad un suo probabile amico. A primo impatto sembra una normale strategia, ma cosi’ non è! Entrare nella corsia box quando tutte le altre auto sono ancora “ferme” equivale a guadagnare diversi secondi, ma non è tutto. Chi parte nelle ultime posizioni e vuole recuperare dovrà necessariamente affrontare altre auto e durante queste manovre si perde altro tempo (in pista di solito ci sono una ventina di auto). Entrare ai box immediatamente si ha il grande vantaggio di avere pista libera davanti a sè, quindi niente combattimenti e zero perdite di secondi. Ecco il motivo per cui me lo sono ritrovato davanti. C’è da dire però che il tizio in questione aveva un passo gara molto buono, migliore del mio, ma ciò non toglie il fatto che sfruttando questo bug di iRacing si possa guadagnare un mucchio di secondi preziosi.

Il bug può essere sfruttato solo se si parte nelle ultimissime posizioni e se la corsia box non si trova dietro di voi. Coloro che si trovano a metà gruppo infatti non possono entrare e devono necessariamente, e giustamente, percorrere tutto il giro insieme ad altre vetture. Speriamo che iRacing risolva questa cosa al più presto perchè altrimenti ci saranno sempre quelli che sono disposti a fare tutto pur di vincere le gare.

E voi, conoscete qualche altra strategia su come guadagnare tempo in una gara? 🙂

About Dario

Dario De Vita, 26 anni, appassionato di simracing e tutto quello che riguarda il mondo dell’automobile in generale. Utilizzo i simulatori di guida fin dalla più tenera età, iniziando con GP4, passando per il primo rFactor per arrivare all’ultimo uscito Assetto Corsa, con il quale ogni anno partecipo ai più importanti campionati nazionali, anche internazionali, organizzati da portali esterni, ottenendo spesso dei buoni risultati. Sempre informato sulle ultime novità del mondo simracing. Scrivo articoli di approfondimento su diversi simulatori di guida cercando sempre di essere obbiettivo e mai di parte.

Check Also

Virtual Race Car Engineer 2018

La mia recensione sul Virtual Race Car Engineer 2018

Per un neofita del simracing, il setup è un argomento totalmente sconosciuto che molto spesso …